METODO

DANZA PER ADULTI

Un metodo esclusivo per Trieste che fa capo al Centro Internazionale Movimento e Danza di Milano.

Quale tipo di danza? 
Tutta la danza contemporanea si articola e si costruisce intorno a categorie fondamentali che guidano la danza ma anche la vita di ogni individuo: peso, corpo, energia, spazio e tempo. Questi concetti, sperimentati attraverso esplorazioni semplici e precise, e diversamente combinate, creano la materia principale per la didattica della danza e per la creazione artistica.

Il lavoro parte dal recupero di una consapevolezza di attività elementari ma profonde: ascolto, e respirazione sono solo il preludio ad alcuni esercizi che risvegliano il sistema muscolo – scheletrico.

Si procede poi sulla scomposizione del corpo e sulla coltivazione dell’immaginario per entrare nel risveglio del movimento. La danza contemporanea mira alla “riabilitazione” di un corpo sapiente, organico, armonico, in comunicazione con l’esterno e in relazione con gli altri corpi. La musica guiderà poi una danza libera ma consapevole.

Nota bene: L’attività è adatta a tutti. L’entrata in questo tipo di lavoro è indipendente da qualsiasi stile coreografico praticato in precedenza e accessibile a qualsiasi livello tecnico.

Come si svolge una lezione?
La lezione  inizia con una prima fase di lavoro che quasi sempre avviene a terra e che ha la finalità di riconnetterci alla percezione di elementi semplici ma profondi come il peso, le parti del corpo, lo spazio e il tempo. Successivamente ogni allievo viene condotto dentro un “tema della danza” (es. fluidità, selezione delle parti, appoggi al suolo…) che non sperimenta tramite imitazione ma attraverso semplici ma precisi compiti fisici. Dopo una seconda fase di stratificazione e perfezionamento dell’esperienza si apre un’ultima fase di lavoro creativo, espressivo e compositivo nel quale ognuno libera la “Sua” danza fuori da qualsiasi codifica stilistica.

Quali argomenti vengono trattati?

CORPO

  • Ascolto del peso e familiarizzazione con i condizionamenti della forza gravitazionale.
  • Introduzione al respiro diaframmatico consapevole.
  • Introduzione al concetto di presenza scenica.
  • Introduzione al concetto di focus/sguardo.
  • Visualizzazione e segmentazione delle diversi parti del corpo.
  • Esplorazione delle articolazioni (testa, spalle, gomito, polso, bacino, ginocchia, caviglia).
  • Studio al suolo della mobilità articolare e delle diverse “ampiezze” del movimento.
  • Esplorazione del peso in posizione orizzontale.
  • Work floor e sperimentazioni del peso a terra.
  • Spostamento nello spazio attraverso il peso.
  • Livelli e orientamenti del corpo nello spazio (orizzontale, verticale)
  • Elementi di contact.
  • Elementi di improvvisazione.

SPAZIO

  • Camminate e sperimentazione dello spazio.
  • Accellerazioni e decellarazioni.
  • Gestione dell’imprevisto (scontri, incontri).
  • Andature variate su ritmo.
  • Interiorizzazione della musicalità interna attraverso l’esplorazione dello spazio.
  • Visualizzazione dei percorsi.
  • Cambiamenti netti e sospesi.
  • Esplorazione delle direzioni rettilinee e curvilinee.
  • Esplorazione dello spazio personale e dello spazio collettivo.
  • Ricerca su categorie di centro e periferia.
  • Livelli (alto, medio, basso).
  • Dentro e fuori: lo spazio scenico.
  • Fraseggio a due.

TEMPO

  • Ascolto e frammentazione della musica.
  • La partitura.
  • Il tempo interno e il tempo esterno.
  • Introduzione al concetto di ritmo.
  • Il corpo che suona: la musicalità corporea.
  • Il senso delle pause.
  • Inizio e fine di una frase.
  • Elementi di fraseggio e composizione.
  • Mappatura e visualizzazione di una melodia.
  • Introduzione ai mood musicali con relative risposte corporee.
  • Ascolto del compagni.
  • Elementi di teatro danza (movimento e parola).

ENERGIA

  • Studio delle diverse qualità del movimento.
  • Il movimento continuo e il movimento spezzato.
  • Il concetto di forza.
  • L’energia nelle diverse parti del corpo.
  • Sperimentazione sulla gamma di energie.
  • Relazione con la gravità.
  • Scomposizioni.
  • Cadute.
  • Esplorazione sull’energia a coppie.
  • Visualizzazioni (aria, acqua, sostanza densa).

DANZA PER BAMBINI

Per uno sviluppo armonico ogni bambino ha bisogno di conoscere il mondo attraverso un’esplorazione reale e concreta. In questo senso la danza rappresenta un veicolo di conoscenza non cognitivo, in grado di far emergere la sua personalità e i suoi bisogni.

Attraverso la scoperta dello spazio, la consapevolezza del peso, l’ascolto, la percezione del tempo, ogni bambino libera il Suo racconto corporeo. Un percorso volto a potenziare le abilità creative e sociali del bambino attraverso la dimensione del movimento, del divertimento e del gioco.

Perché la danza contemporanea per i bambini? 

  • aumentare la consapevolezze dell’essere fisico nel mondo attraverso giochi semplici che stimolano la percezione.
  • potenziare la percezione del corpo, del proprio “peso” e della “pre- senza” in fase evolutiva.
  • stimolare la creatività corporea e un approccio al movimento non competitivo.
  • mettere in contatto i bambini con capacità motorie ed espressive che afferiscono ad un linguaggio non verbale.
  • approfondire  concetti come energia, qualità, ritmo, spazio, tempo come sperimentazioni concrete e “fisiche”.
  • affinare l’ascolto musicale, la sensibilità ritmica e l’immaginario attraverso storie narrate.
  • offrire una risorsa per conoscere la propria identità corporea per portarla con sicurezza agendo sullo schema corporeo. 
  • incoraggiare l’autonomia e l’autostima attraverso la consapevolezze delle parti del corpo.
  • ampliare la percezione e instaurare un rapporto profondo e positivo con lo spazio circostante. 
  • favorire l’integrazione con bambini con disabilità psicomotorie.
  • mettere a disposizione un territorio simbolico di libertà espressiva dove non grava il giudizio.
  • incentivare il valore della relazione e del contatto nel rispetto del corpo, dello spazio e del tempo dell’altro.
  • valorizzare la componente “emotiva” e “poetica” legata al piacere del movimento e della danza.
  • sensibilizzare i bambini al valore del movimento, anche nella quotidianità, come risorsa per la vita.

Per maggiori informazioni contattami ora.

Ciao Marta,
mi chiamo
ti ho conosciuta tramite
vorrei informazioni sul corso di
questa è la mia email
Verifica Antispam

rimani aggiornato sulle attività! Non riceverai più di due email al mese.
questa è la mia email
Verifica Antispam